La disciplina prevista dagli artt. 5 e 5-bis del d.lgs. 33/2013 (Decreto Trasparenza), come modificato dal d.lgs. 97/2016, consente a chiunque di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalla Società, distinguendo:

  • Accesso civico semplice: diritto riconosciuto a chiunque di richiedere documenti, informazioni o dati, oggetto di pubblicazione obbligatoria ai sensi del Decreto trasparenza, nei casi in cui sia stata omessa la loro pubblicazione (art. 5, comma 1, d.lgs. 33/13);
  • Accesso civico generalizzato: diritto riconosciuto a chiunque di richiedere documenti, informazioni o dati detenuti dalla Società, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria ai sensi del Decreto trasparenza (art. 5, comma 2, d.lgs. 33/13).

L’Accesso agli atti resta disciplinato dagli artt. 22 e seguenti della legge n. 241/1990.

Nel regolamento in fase di adozione saranno disciplinate le modalità di esercizio del diritto di accesso civico semplice e generalizzato ai documenti amministrativi del Consorzio Camerale per il Credito e la Finanza, ai sensi dell’articolo 5 commi 1 e 2 del d.lgs.33/2013, nonché di accesso agli atti ex artt. 22 e ss., della L.241/1990.

Regolamento di accesso agli atti (in fase di aggiornamento)

Si pubblicano inoltre i fac-simile delle domande da presentare e i relativi destinatari (in fase di aggiornamento)

Domanda di accesso civico semplice (in fase di aggiornamento)

Domanda di accesso civico generalizzato (in fase di aggiornamento)

Istanza di accesso ai documenti amministrativi (in fase di aggiornamento)

 

Registro degli accessi ai sensi delle Linee guida ANAC FOIA (Delibera n. 1309/2016) – (in fase di aggiornamento)