La disciplina prevista dagli artt. 5 e 5-bis del d.lgs. 33/2013 (Decreto Trasparenza), come modificato dal d.lgs. 97/2016, consente a chiunque di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalla Società, distinguendo:

  • Accesso civico semplice: diritto riconosciuto a chiunque di richiedere documenti, informazioni o dati, oggetto di pubblicazione obbligatoria ai sensi del Decreto trasparenza, nei casi in cui sia stata omessa la loro pubblicazione (art. 5, comma 1, d.lgs. 33/13);
  • Accesso civico generalizzato: diritto riconosciuto a chiunque di richiedere documenti, informazioni o dati detenuti dalla Società, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria ai sensi del Decreto trasparenza (art. 5, comma 2, d.lgs. 33/13).

L’Accesso agli atti resta disciplinato dagli artt. 22 e seguenti della legge n. 241/1990.

Il Regolamento disciplina le modalità di esercizio del diritto di accesso civico semplice e generalizzato ai documenti amministrativi del Consorzio Camerale per il Credito e la Finanza, ai sensi dell’articolo 5 commi 1 e 2 del d.lgs. 33/2013, nonché di accesso agli atti ex artt. 22 e ss., della L.241/1990.

Regolamento per l’esercizio del diritto di accesso documentale, del diritto di accesso civico e del diritto di accesso civico generalizzato ai documenti, alle informazioni e ai dati detenuti dal Consorzio

Si pubblicano inoltre i fac-simile delle domande da presentare e i relativi destinatari (in fase di aggiornamento)

Istanza di accesso ai documenti amministrativi

Domanda di accesso civico semplice ai sensi dell’art. 5, comma 1, del d.lgs. 33/2013

Domanda di accesso civico semplice ai sensi dell’art. 5, comma 1, del d.lgs. 33/2013 al titolare del potere sostitutivo

Domanda di accesso civico generalizzato ai sensi dell’art. 5, comma 2, del d.lgs. 33/2013

Domanda di accesso civico generalizzato – istanza di riesame

Registro degli accessi ai sensi delle Linee guida ANAC FOIA (Delibera n. 1309/2016) – (non ci sono richieste di accesso)

Aggiornamento aprile 2019